Notice
  • EU e-Privacy Directive

    This website uses cookies to manage authentication, navigation, and other functions. By using our website, you agree that we can place these types of cookies on your device.

    View e-Privacy Directive Documents

IAIAGI PDF Stampa E-mail
There are no translations available.

FVtecno è entusiata di partecipare al gruppo di sviluppo portando la propria esperienza e competenze.

IAIAGI sta progettando in Open-Source un modello di sviluppo di kit di conversione per auto elettriche, ovvero vuole dare a tutti la possibilità di trasformare la propria auto con motore endotermico (benzina, diesel, gas) in auto elettrica al 100% ad emissioni zero.

Le auto modificate tramite i kit sviluppati da IAIAGI saranno omologabili in Italia a basso costo presso gli uffici della motorizzazione civile. .

 

Riteniamo che questo progetto abbia una elevata valenza economica e sociale, oltre che ambientale:

E' sotto gli occhi di tutti l'aumento vertiginoso di malattie croniche degenerative, si sta evidenziando che questo deriva anche da un ambiente ormai non più adatto alla vita umana. Occorre che in tempi brevissimi le emissioni di inquinanti  vengano cessate, essendo a livelli orami insostenibili. Il traffico automobilistico è probabilmente il principale rsponsabile della emissione nell'ambiente di sostanze inquinanti come diossine e polveri sottili. Il lavoro di ricerca e di progettazione delgli svilupaptori  IAIAGI permette di facilitare ed accelerare il processo di elettrificazione delle auto riducenedo a zero le emisisoni del veicolo, consente inoltre  di sottarre alla demolizone (con l'inquinamento che ne consegue) le auto esistenti, permette di ridurre drasticamente  la dipendenza dal petrolio.

La pubblicazione del progetto in modalità Open Source (licenza Creative Commons) senza brevetti darà la possibilità a tutti coloro che lo desiderrano di produrre kit di conversione, formando una "rete" di costruttori ed installatori distribuita sul territorio favorendo l'economia locale, creando posti di levoro e riducendo al minimo l'impronta ecologica.

Per ulteriori informazioni vedi il sito www.iaiagi.com